Intervento di sviluppo socioeconomico e di conservazione ambientale nel Ngorongoro District, Tanzania

  • Stampa

Area intervento: Tanzania– Regione di Arusha, Distretto di Ngorongoro

Settori: Sviluppo locale, Ambiente

Inizio e fine attività: 1993 – 2000

Contesto: La proposta di intervento era maturata nel corso delle attività di GAO - Cooperazione Internazionale per il progetto della scuola secondaria ad indirizzo pastorale. Nasceva dalla constatazione delle forti potenzialità di mobilitazione della popolazione per il recupero e la valorizzazione delle risorse e delle strutture presenti nel territorio del distretto di Ngorongoro. Gli obiettivi specifici del progetto riguardavano: il miglioramento delle capacità degli operatori locali di operare per sostenere i processi di sviluppo socio-economico; lo stimolo a programmare gli interventi in funzione degli strumenti disponibili e delle risorse attivabili, invece che con la formulazione burocratica di piani non realizzabili; il sostegno tecnico ai villaggi per il miglioramento dell'uso produttivo del territorio, la gestione delle risorse, il recupero delle strutture esistenti.

Attività: Le attività in loco hanno riguardato nel primo periodo la costruzione degli edifici necessari per accogliere gli operatori e le attrezzature della struttura base del progetto, inizialmente chiamata Ecological Observatory e successivamente, su proposta della controparte, trasformata in Pastoral Resources Management Centre (PRMC). Sono stati attrezzati un Centro di documentazione, dotato di un patrimonio documentale sui problemi rilevanti per l’area, ed un Laboratorio polivalente, dotato di strumenti essenziali per rilievi e indagini sulle risorse territoriali. La formazione del personale locale è stata assicurata dal volontario e dagli esperti espatriati, assicurando capacità di gestione della struttura e delle attrezzature, in collaborazione con la Ong locale Kipok, che opera nel contesto pastorale Masai con persone che vi appartengono. La sistematica rilevazione e valutazione delle risorse esistenti nel distretto ha dato luogo a progetti di recupero o ristrutturazione, formulati a livello di fattibilità, con l'indicazione dell’impegno di lavoro e dei costi finanziari, relativi a ciascuna opera o servizio sociale identificato in 29 villaggi. Il lavoro è condensato in cinque rapporti: Ngorongoro District Villages Main Findings from Socioeconomic Survey; Structures of Social Services in Ngorongoro District Villages. Technical Assessment, Proposal, and Financial Evaluation; Water Supply System of the Ngorongoro District Villages. Technical Evaluation and Financial Proposal; A Study on Primary Education Sector in Ngorongoro District; A Study on the Health System in Ngorongoro District.

Risultati: Il progetto era finalizzato a contribuire allo sviluppo ecocompatibile dell’area, e questo obiettivo è stato perseguito aumentando la capacità degli operatori sociali di lavorare per un uso equilibrato delle risorse che tenesse conto dell’importanza che riveste la conservazione della fauna e della flora per la riproduzione della società pastorale Masai. Inoltre, il progetto è riuscito a sensibilizzare una parte dei quadri di villaggio alla difesa dei propri diritti sull’uso del territorio, che sono essenziali per le condizioni di esistenza delle popolazioni pastorali. Le ricadute sul piano giuridico sono rilevanti, come dimostra l’azione del villaggio di Ololosokwan a tutela del suo diritto di gestione del territorio, e la pressione di altri villaggi sul Community Resource Team per completare i piani d’uso del territorio, in modo da poterli registrare e formalizzare con ciò le proprie competenze a fronte delle continue e forti ingerenze esterne.
Sostenibilità: La controparte locale ha dimostrato di essere in grado di prendere in carico e gestire le strutture del PRMC. La ONG Kipok, fin dal febbraio 1996, data di partenza del volontario espatriato, aveva preso in consegna le strutture e le attrezzature del Progetto, utilizzandole per le attività  di sviluppo nei villaggi del Distretto di Ngorongoro, anche con il sostegno della Cooperazione Canadese e di quella Olandese. La sostenibilità è assicurata in particolare dalla rete di rapporti consolidati sia con organismi di cooperazione internazionale che con organizzazioni che intervengono nella Regione di Arusha nel settore dello sviluppo sostenibile.

Finanziamenti: Ministero Affari Esteri, Cooperazione Italiana, Cooperazione Canadese, Cooperazione Olandese, Distretto dello Ngorongoro, Gao

www.gaong.org utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie. Per saperne di più.