Formazione 2011-2013

  • Stampa

Area d'intervento: Italia

Inizio-fine: 2011-2013

Settore: Formazione

Contesto: Il progetto formazione di GAO Cooperazione Internazionale è predisposto ogni tre anni secondo le indicazioni del Comitato scientifico e dei coordinatori dei progetti in corso, utili per definire le tematiche generali sviluppate dai soci nell’ambito delle ricerche o dei progetti e sulle quali si può dunque sviluppare l’offerta formativa nell’arco del triennio. Le attività principali del progetto formazione sono: Seminari nelle università; Interventi formativi presso scuole, istituti di ricerca, enti di formazione; Tirocini formativi.

Attività e risultati
Anche nel triennio 2011/2013 si è rinnovata la collaborazione nel settore formazione con il corso di laurea in Discipline economiche e sociali per lo sviluppo" (classe L-37) e il corso di laurea magistrale in "Discipline economiche e sociali per lo sviluppo e la cooperazione" (classe LM-81). In particolare in questo triennio i soci e i volontari di GAO svolgono seminari formativi compresi nei corsi di “Cooperazione allo Sviluppo”, “Sociologia rurale” e “Cosviluppo e Migrazioni”, coerentemente con i progetti condotti e gli studi effettuati. Lo svolgimento dei seminari formativi è finalizzato anche allo stimolo, nei giovani studenti, di riflessioni sugli aspetti pratici della cooperazione allo sviluppo e sulle possibilità di studio/lavoro.
Per quanto riguarda gli interventi formativi presso altre strutture, quest’anno su invito di Dedalo – Società Cooperativa, i membri di GAO Cooperazione Internazionale, in partenariato con i membri della rete Eunomad, hanno organizzato il seminario “Partecipazione, associazionismo, reti, cosviluppo e cooperazione decentrata. Modalità di partecipazione dell’immigrato alla società civile” per un pubblico di oltre duecento studenti. L’iniziativa si è svolta il 16 Maggio 2013 presso la  Fondazione Mediterranea Terina di Lamezia Terme (Cz), nell’ambito del Corso per mediatori interculturali Mediatore per la Comunicazione Interculturale e la Gestione dei Conflitti gestito dalla Società Cooperativa Dedalo. Il seminario ha visto la partecipazione di Chiara Davoli, con un intervento sul cosviluppo e la rete Eunomad, Charito Basa, che ha presentato il caso della comunità filippina in Italia, Besmir Rrjolli e Modou Gueye, che sono intervenuti sul caso della comunità albanese, il teatro sociale, l’importanza di partenariati territoriali per lo sviluppo e l’integrazione. Tutti i relatori hanno poi approfondito le tematiche esposte in laboratori formativi con diversi gruppi di studenti.
Come negli anni precedenti, anche nel triennio 2011/2013 GAO Cooperazione Internazionale dà la possibilità a 12 studenti interessati dalle tematiche della cooperazione allo sviluppo di effettuare dei tirocini formativi, per svolgere un’esperienza diretta in un’organizzazione operativa nella cooperazione, partecipare ai progetti in corso e arricchire il proprio lavoro di tesi. Una quota di almeno due tirocini è riservata a studenti internazionali ospiti all’Università della Calabria.
Grazie al legame tra GAO e l’Università della Calabria, e in particolare con il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, la maggior parte dei e delle tirocinanti proviene dai corsi di studio attivati dal Dipartimento, specie dal corso di laurea in Discipline Economiche e Sociali per la Cooperazione e lo Sviluppo. Per quanto riguarda gli studenti stranieri, nel 2013 sono già stati svolti due tirocini di studenti internazionali, una proveniente dall’Indonesia e una dalla Cina. Nell’anno accademico 2012/2013 è stato stipulato un accordo con l’Università Euromediterranea (EMUNI) per ospitare un tirocinio nell’ambito del programma di studi del Master attivati dell’Istituto Nazionale Previdenza per i Dipendenti delle Amministrazioni Pubbliche (INPDAP). Sebbene il triennio non sia ancora terminato, finora i tirocini svolti ammontano ad un totale di 1100 ore di formazione. Durante i tirocini gli studenti sono gradualmente introdotti nella gestione di parte delle attività dell’organizzazione, dei progetti di cooperazione; una parte del tirocinio è in ogni caso riservata all’approfondimento di tematiche precedentemente concordate tra lo/la studente/studentessa e il tutor aziendale, che fino ad ora hanno riguardato il nesso migrazioni e sviluppo, gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, la sovranità alimentare e il fenomeno del land grabbing, lo sviluppo locale. Le tesi elaborate dagli studenti alla fine del percorso di studi e a cui il tirocinio ha dato degli input, sono spesso inserite tra il materiale del Centro di documentazione di GAO Cooperazione Internazionale. Alcuni/e tirocinanti hanno sposato gli obiettivi e i valori dell’associazione, e ne sono ancora oggi volontari e volontarie.

Fonte di finanziamento: GAO Cooperazione Internazionale

 

www.gaong.org utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie. Per saperne di più.