Eunomad II Rafforzamento delle pratiche e del dialogo sulle migrazioni e lo sviluppo: allargamento, rafforzamento e consolidamento della rete Eunomad – fase II

  • Stampa

 

Aree di intervento: Francia, Italia, Spagna, Inghilterra, Olanda, Belgio, Grecia, Repubblica Ceca, Germania, Portogallo, Polonia

Inizio e fine attività: 2011/2013

Descrizione del progetto e risultati raggiunti: Il progetto Eunomad II nasce a seguito della prima fase di implementazione della rete Eunomad in cui erano emerse molte potenzialità e diverse pratiche da capitalizzare nel campo del nesso tra migrazioni e sviluppo. Il progetto si poneva, quindi, come obiettivi l’allargamento e il rafforzamento della rete europea e delle sue piattaforme nazionali; il riconoscimento, in Europa, del valore specifico del ruolo dei migranti nello sviluppo dei territori di origine e di insediamento e infine di influenzare le politiche europee e dei singoli stati a favore delle iniziative di cosviluppo, attraverso attività di ricerca e lobbying. In Italia, come nelle altre piattaforme europee più avanzate, la piattaforma ha via via assunto maggiore rilevanza e riconoscimento grazie all’attivismo dei suoi membri e alla collaborazione con diversi Enti locali: al nucleo iniziale si sono, infatti, aggiunti nel corso del progetto diversi soggetti e attualmente la rete è composta da più di 25 tra associazioni, enti di ricerca e organizzazioni. Affermatasi come spazio di scambio e condivisione di esperienze, analisi e capitalizzazione delle pratiche, la piattaforma italiana ha sostenuto le attività dei suoi membri, prodotto due rapporti annuali sullo stato dell’arte del cosviluppo in Italia, ha partecipato e contribuito alle azioni di comunicazione, studio e lobbying della rete europea. La piattaforma italiana ha inoltre curato la realizzazione, per conto della rete europea, del workshop internazionale sulle pratiche interculturali delle associazioni dei migranti, capitalizzando diverse esperienze europee e trovando il sostegno, per l’organizzazione dell’evento, del Comune di Milano.


Partner: Association pour le Développement Economique Régional (ADER); Groupe de recherche et de Réalisations pour le Développement Rural (GRDR); GAO Cooperazione Internazionale; Fundaciòn Habitafrica; Transfaires; INDE ; OPU, SPA, European Perspective

Associati e collaborazioni: Università della Calabria, Sunugal, Associazione Donne capoverdiane in Italia (OMCVI), Associazione Italo-Ucraina in Calabria (AIUC), Afriaca, Dora e Pajtimit, Filipino Women's Council, Conseil maliens d’Italie, MOCI, Impresa Etnica, Volta Region Development Association (VODA), IPSIA, Associazione Volontariato Internazionale Lorlonyo (AVILO), Sopra i Ponti, Soleterre, Federazione Associazioni dei Senegalesi del Nord (FASNI), RADDHO Italie, Maschere nere, CeSPI, Centro Studi Rurali Unical,  ISMU, Fondazione Piccini, Fondazione Cariplo, Fondazione FIELD, Comune di Cosenza, Comune di Milano, Regione Sardegna.

Fonti di finanziamento: Unione Europea, Agence Française de Développement, Comune di Milano, GAO Cooperazione Internazionale.

Importo complessivo: 1.021.000 euro

Per saperne di più:

La Rete Eunomad

La Piattaforma italiana

 

www.gaong.org utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie. Per saperne di più.